Skip to main content

Conosci struttura e funzioni della pelle? Leggi l’articolo per scoprire tutto ciò che serve sapere per prendersi cura della pelle in maniera adeguata.

Nel vasto mondo della medicina estetica, la conoscenza profonda della struttura e delle funzioni della pelle è un punto di partenza fondamentale.

La pelle è l’organo più grande del corpo umano e la sua complessa struttura svolge una serie di funzioni essenziali per la nostra salute e benessere.

Comprendere queste dinamiche è il primo passo verso una cura efficace e mirata, aiutandoci a mantenere la pelle sana e a preservare la sua bellezza naturale.

Obiettivo di questo articolo è proprio quello di offrire una panoramica esaustiva sulla struttura e sulle funzioni della pelle. Una guida indispensabile non solo per i medici estetici, ma anche per i pazienti più accorti.

In particolare vedremo:

Qual è la struttura della pelle?

Anche se nel linguaggio comune siamo solito parlare genericamente di “pelle”, è essenziale sapere che la struttura della pelle è estremamente complessa.

Come vedremo tra poco, è composta da diversi strati, ognuno dei quali è deputato a svolgere funzioni specifiche ed è, a sua volta, costituito da diversi sottostrati.

Oltre a essere il nostro organo più esteso è anche il più visibile. Una sorta di “involucro” che rappresenta il primo punto di contatto tra noi e il mondo esterno. Non a caso, le sue condizioni possono avere un impatto significativo sull’autostima di molti individui.

Si tratta, inoltre, di un organo estremamente dinamico, sottoposto a continui cambiamenti, legati a fattori esterni e al processo di invecchiamento.

Nonostante esistano diversi tipi di pelle, la sua struttura di base e le sue funzioni sono analoghe per tutte le tipologie. Analizziamole nel dettaglio.

La struttura della pelle

Quali sono gli strati della pelle?

Come abbiamo accennato, la conoscenza della struttura della pelle è cruciale per comprendere come mantenerla sana e contrastare i segni del tempo.

Ad esempio, conoscere la struttura ci aiuta a capire a cosa serve l’acido ialuronico. Di conseguenza, permette di comprendere perché i filler a base di questa molecola sono tra i rimedi più utilizzati per combattere l’invecchiamento cutaneo.

Come vedremo, infatti, l’acido Ialuronico è naturalmente presente principalmente nel derma, ossia lo strato intermedio della pelle e la sua funzione è quella di idratare i tessuti, contribuendo a mantenere la pelle giovane, elastica e voluminosa.

La pelle è divisa in tre strati principali:

  1. Epidermide: strato esterno che funge da barriera protettiva contro gli agenti esterni (batteri, virus, sostanze chimiche nocive e raggi UV). È costituita da più strati di cellule, come lo strato corneo (il più esterno, composto principalmente da cellule morte e cheratina). L’interazione tra le cellule dell’epidermide è responsabile della rigenerazione costante della pelle.
  2. Derma: strato intermedio che contiene vasi sanguigni, ghiandole sebacee e sudoripare, follicoli piliferi e recettori sensoriali. Il tessuto connettivo all’interno del derma è ricco di fibre di collagene ed elastina, che conferiscono alla pelle resistenza, elasticità e struttura. È qui che si trova anche l’acido ialuronico.
  3. Ipoderma: strato più profondo che contiene grasso, vasi sanguigni più grandi e nervi. Questo strato svolge un ruolo chiave nella regolazione della temperatura corporea e nella conservazione dell’energia.

Analizzare la struttura della pelle ci aiuta a capire come, tra le cause dell’invecchiamento cutaneo c’è la fisiologica diminuzione della produzione di collagene e acido ialuronico.

Quali sono le funzioni della pelle?

Dopo averne analizzato la struttura, un altro tassello fondamentale è quello conoscere le funzioni della pelle.

È molto probabile che, fatta eccezione di medici e professionisti, pochi di noi siano consapevoli dei ruoli rivestiti da questo organo per la salute dell’organismo.

Molti, invece, coloro che conoscono bene l’influenza della pelle sulla propria identità individuale. La condizione della pelle, infatti, influisce direttamente sull’autostima e sulla percezione di sé.

Ed è proprio questo che spiega il sempre più massiccio ricorso alla medicina estetica per contrastare le rughe profonde sul viso e altri inestetismi legati e non all’invecchiamento cutaneo.

Tra le principali funzioni della pelle ricordiamo quelle di:

  • Barriera protettiva: proteggere il corpo da agenti esterni.
  • Termoregolazione: regolare la temperatura corporea attraverso il sudore e la dilatazione/contrazione dei vasi sanguigni.
  • Sensibilità tattile: percepire il tatto, il calore, il freddo e il dolore grazie ai recettori sensoriali.
  • Sintesi di vitamina D: produrre vitamina D, essenziale per la salute delle ossa e del sistema immunitario.
  • Assorbimento ed escrezione: assorbire alcune sostanze (come farmaci topici), attraverso i pori, ed eliminare scorie, attraverso il sudore.

Comprendere queste funzioni è fondamentale, non solo per la medicina estetica, ma anche per la salute generale. Poiché qualsiasi intervento sulla pelle deve tener conto del suo ruolo multifunzionale nell’organismo.

Cosa ricostruisce la pelle?

Nel nostro excursus sulla struttura e funzioni della pelle abbiamo più volte parlato dell’acido ialuronico (HA). Si tratta di una sostanza che, come abbiamo visto, è naturalmente presente nei tessuti connettivi.

Questa molecola, utilizzata sotto forma di gelatina trasparente iniettata nel derma tramite aghi sottilissimi, ha guadagnato un ruolo di primo piano nella medicina estetica.

Gli effetti dell’acido ialuronico sul viso sono legati proprio alla natura stessa di questa sostanza. La sua capacità di legare e trattenere grandi quantità di acqua è, infatti, fondamentale per mantenere la pelle ben idratata. Un’adeguata idratazione è essenziale per una pelle sana e giovane.

Cosa ricostruisce la pelle

Ripristinare la quota di HA, che diminuisce fisiologicamente con il passare degli anni, permette dunque di ricostruire la struttura della pelle dall’interno.

Trattandosi di una sostanza naturalmente presente nel nostro corpo, i filler a base di acido ialuronico sono ben tollerati e sicuri, quando eseguiti da medici estetici qualificati.

L’acido ialuronico può essere utilizzato per correggere diversi inestetismi del viso, garantendo risultati istantanei, duraturi ed estremamente naturali.

Foliage nasce dall’esperienza ventennale di Phitogen Beauty Labs, gruppo leader nella produzione di iniettivi a base di acido ialuronico. Foliage distribuisce una gamma completa di prodotti intradermici altamente performanti.

CONTATTI
Via Valtellina, 21
San Benedetto del Tronto (AP)
63074 – Italia

+39 0735 762020
export@phitogen.it