Skip to main content

Vuoi sapere quali sono i pro e i contro dei filler per le occhiaie? Leggi l’articolo per scoprire vantaggi e svantaggi dei filler all’acido ialuronico.

Nel vasto panorama della medicina estetica, uno dei quesiti più comuni riguarda le occhiaie. Queste ombre indesiderate sotto gli occhi possono sfidare la bellezza di uomini e donne indistintamente.

Tecnicamente conosciute come “iperpigmentazione periorbitale”, le occhiaie si manifestano come una discromia della pelle nella zona sotto gli occhi, che appare più scura rispetto al resto del viso, e sono spesso accompagnate da gonfiore o rughe sottili.

Predisposizione genetica, la pelle estremamente sottile e delicata sotto gli occhi, fatica, stress e il naturale processo di invecchiamento sono le principali cause alla base di questo inestetismo.

Fortunatamente, la medicina estetica offre soluzioni efficaci per eliminare le occhiaie. Tra le più diffuse, ci sono sicuramente i filler all’acido ialuronico (HA).

Ma quali sono i pro e i contro dei filler per le occhiaie? È proprio quello che scopriremo in questo articolo.

In particolare vedremo:

Filler occhiaie, quali sono i pro e i contro?

Prima di entrare nel merito dei pro e contro dei filler occhiaie, è bene fare una premessa.

Come per qualsiasi filler, è fondamentale rivolgersi solo ed esclusivamente a un medico specializzato in medicina estetica.

In questo caso, come tutti i filler al contorno occhi, si tratta di un trattamento particolarmente delicato e l’esperienza dello specialista è fondamentale, sia per individuare il tipo di acido ialuronico adatto che la tecnica da utilizzare.

Il filler alle occhiaie, infatti, può essere iniettato sia tramite aghi sottilissimi che utilizzando una microcannula.

Sono solo la competenza del medico estetico e la qualità del prodotto utilizzato a fare la differenza tra un trattamento ben riuscito e uno che non produce i risultati desiderati o, ancor peggio, causa complicanze ed effetti collaterali.

Infatti, trattandosi di una molecola naturalmente presente nel derma, le caratteristiche e le proprietà dell’acido ialuronico, lo rendono, per sua natura, una sostanza generalmente ben tollerata dal nostro organismo.

I vantaggi dei filler per le occhiaie

I vantaggi dei filler per le occhiaie

Come abbiamo detto, l’acido ialuronico è naturalmente presente nel derma e, tra i suoi benefici, c’è quello di donare alla pelle un aspetto giovane e sano.

Con l’età, la quota di acido ialuronico diminuisce, contribuendo all’insorgere di rughe profonde sul viso, linee sottili e occhiaie.

Attraverso i filler per le occhiaie, l’HA, sotto forma di gelatina trasparente, viene iniettato con estrema precisione nella zona da trattare.

I filler agiscono in modo mirato per riempire lo spazio vuoto che causa le ombre sotto gli occhi. La pelle apparirà più uniforme e l’aspetto più riposato.

I vantaggi del filler occhiaie sono molteplici:

  • Effetto rimpolpante. Con l’età, la pelle sottile sotto gli occhi tende a perdere volume. I filler all’acido ialuronico ne ripristinano il turgore;
  • Idratazione intensiva. Per la sua capacità di trattenere l’acqua, l’acido ialuronico, oltre a riempire, idrata la zona, migliorandone l’elasticità;
  • Stimolazione della produzione di collagene da parte dell’HA che contribuisce a migliorare la struttura della pelle nel tempo;
  • Risultati naturali. La zona trattata apparirà fresca e ringiovanita, senza sembrare “rifatta”;
  • Procedura non invasiva e sicura, eseguita in regime ambulatoriale, che consente di tornare alle attività quotidiane quasi immediatamente;
  • Risultato immediato e duraturo (dai 6 ai 12 mesi), in base alla risposta individuale e al tipo di prodotto impiegato.

Ribadiamo che i pro e contro del filler occhiaie sono determinati dalla professionalità del medico estetico e dalla qualità del filler utilizzato.

Quali sono i possibili danni da filler?

Nell’analizzare pro e contro del filler occhiaie, non si possono trascurare i possibili danni da filler.

Tuttavia, la doverosa premessa è che gli effetti collaterali dell’acido ialuronico, laddove presenti, saranno generalmente transitori di lieve entità.

Si tratta perlopiù di gonfiore e lividi nella zona trattata che, solitamente, tenderanno a scomparire entro pochi giorni.

Questo perché, come abbiamo detto, l’acido ialuronico, essendo naturalmente presente nel nostro organismo, non presenta rischi di per sé, ad eccezione di alcuni casi specifici che vedremo tra poco.

A fare la differenza, lo ripetiamo, è la qualità del prodotto utilizzato e la professionalità del medico estetico che esegue il trattamento.

Ciò che consigliamo ai pazienti di fare è:

  • Informarsi sul tipo di acido ialuronico che verrà utilizzato e sulle sostanze agglutinanti utilizzate per produrlo. Sono queste, infatti, ad aumentare i rischi di reazioni allergiche;
  • Verificare che il medico utilizzi una fiala sigillata;
  • Segnalare allo specialista l’esistenza di filler precedenti, soprattutto se si tratta di filler permanenti.

Seguiti questi accorgimenti, i rischi del filler occhiaie sono veramente minimi. Di contro, l’uso di filler di bassa qualità o un’applicazione mal eseguita possono portare anche a risultati non desiderati, come grumi o irregolarità.

Chi non può fare il filler?

Al netto di quanto abbiamo appena spiegato, nel valutare i pro e i contro del filler occhiaie, bisogna tenere presente che ci sono dei limitati casi in cui sottoporsi a un filler è sconsigliato o, comunque, necessita di una valutazione più approfondita.

È per questo fondamentale che il paziente fornisca al medico estetico quante più informazioni possibili circa il suo stato generale di salute e l’eventuale assunzione di farmaci.

Diversamente, i rischi del filler occhiaie e la possibilità di andare incontro a effetti collaterali più o meno gravi aumentano in maniera esponenziale.

Di seguito le situazioni in cui è sconsigliato sottoporsi a un filler:

  • Gravidanza e allattamento;
  • Allergie o sensibilità conosciute. Se il paziente ha una storia di allergie o sensibilità note agli ingredienti contenuti nei filler, è importante che ne informi il medico prima della procedura;
  • Malattie della coagulazione del sangue che possono aumentare i rischi di emorragie;
  • Malattie autoimmuni come artrite reumatoide, il lupus, il diabete e il morbo di Crohn;
  • Patologie della pelle;
  • Malattie cardiache;
  • Eczemi e herpes.

Inoltre, alcuni farmaci, come quelli anticoagulanti o antiaggreganti piastrinici, possono aumentare il rischio di lividi o sanguinamenti e potrebbero richiedere un adeguato aggiustamento della terapia prima della procedura.

Quanto dura il gonfiore post filler occhi?

Come abbiamo visto, il gonfiore post filler è uno degli effetti indesiderati più comuni del filler occhiaie.

Si tratta, generalmente, di una situazione transitoria che tenderà a regredire spontaneamente nell’arco di 24-48 ore dal trattamento.

È tuttavia fondamentale che il paziente che ha fatto ricorso al filler occhiaie per correggere uno sguardo stanco e invecchiato, presti attenzione a mettere in pratica delle buone norme comportamentali.

Sarà lo stesso specialista a comunicarle al paziente e seguirle è fondamentale per evitare il peggioramento e il protrarsi del gonfiore post filler.

C’è comunque da dire che il filler occhiaie non pregiudica la ripresa delle attività quotidiane dell’individuo che potrà immediatamente tornare alla sua vita di sempre.

Ricordiamo, inoltre, che seguire una dieta sana e adottare uno stile di vita adeguato contribuirà anche alla durata del filler nel tempo.

Cosa succede se non si fa più il filler?

Un altro aspetto da considerare nel valutare i pro e contro del filler occhiaie è proprio relativo alla domanda “cosa succede se non si fa più il filler?”.

I filler all’acido ialuronico sono filler riassorbibili. Questo significa che, nel corso dei mesi, a seconda del tipo di filler e del metabolismo individuale, il prodotto si riassorbirà gradualmente e la zona trattata, in questo caso la zona periorbitale, tornerà al suo stato originale.

Chi desidera mantenere i risultati del filler occhiaie nel tempo, dovrà dunque programmare dei trattamenti di mantenimento regolari ogni 6-12 mesi.

In conclusione, smettere di fare i filler all’acido ialuronico non causerà danni permanenti o effetti negativi.

Semplicemente, l’aspetto della persona tornerà gradualmente al suo stato precedente al trattamento.

Cosa fare dopo il filler alle occhiaie?

Cosa fare dopo il filler alle occhiaie?

Abbiamo esaminato pro e contro del filler alle occhiaie con l’acido ialuronico vedendo come, in definitiva, si tratti di una soluzione estremamente sicura, oltre che efficace.

La differenza, tra un filler occhiaie ben riuscito e senza effetti collaterali e uno che mette a rischio salute ed estetica, si gioca tutta nella manualità del medico che effettua il trattamento e nella qualità dell’acido ialuronico utilizzato.

Ecco perché è fondamentale rivolgersi esclusivamente a medici estetici altamente qualificati e che utilizzino solo l’acido ialuronico migliore.

Infine, anche il paziente e i suoi comportamenti giocano un ruolo essenziale per ridurre il rischio di effetti indesiderati e per non compromettere i risultati del trattamento.

Le principali best practices da seguire dopo un filler occhi sono:

  1. Evitare il caldo o il freddo eccessivo;
  2. Evitare l’esposizione al sole (e alle lampade abbronzanti) nei primi 2-3 giorni dopo il trattamento;
  3. Evitare di praticare attività fisica per alcuni giorni onde evitare un’eccessiva vasodilatazione;
  4. Non truccare la zona trattata;
  5. Non sdraiarsi subito, per evitare l’aumento della pressione sanguigna sulla parte interessata, e utilizzare un cuscino in più durante la prima notte per mantenere la testa in una posizione più alta;
  6. Non fumare e non bere alcool;
  7. Evitare di toccare la zona trattata;
  8. Applicare delicatamente del ghiaccio.

In conclusione, dunque, con le dovute accortezze, l’acido ialuronico per le occhiaie è una procedura estremamente valida per dare nuova vita al proprio sguardo e apparire naturalmente più giovani.

Foliage nasce dall’esperienza ventennale di Phitogen Beauty Labs, gruppo leader nella produzione di iniettivi a base di acido ialuronico. Foliage distribuisce una gamma completa di prodotti intradermici altamente performanti.

CONTATTI
Via Valtellina, 21
San Benedetto del Tronto (AP)
63074 – Italia

+39 0735 762020
export@phitogen.it