Skip to main content
Con l’inesorabile scorrere del tempo sono numerosi gli inestetismi della pelle del viso con cui ci si trova a dover fare i conti.

Oltre alla comparsa delle rughe, che diventano via via più profonde soprattutto dopo i cinquant’anni, un altro problema estetico rispetto al quale nessuno è immune, è quello della pelle del viso cadente.

L’ovale perde i suoi volumi originari, le guance si appiattiscono, gli zigomi e la mascella appaiono meno definiti, le labbra si assottigliano.

 In generale la pelle subisce una progressiva perdita di tono e turgore.

Per molti individui, uomini e donne indistintamente, non riuscire più a riconoscersi in quell’immagine che vedono riflessa allo specchio, può diventare un vero e proprio problema non solo estetico ma anche psicologico che mina la propria autostima e il proprio modo di relazionarsi con il mondo esterno.

Dunque, cosa fare quando il viso cede?

I rimedi per la pelle del viso cadente a cui si può ricorrere sono diversi, come diversa è la loro efficacia, la loro durata nel tempo e gli eventuali effetti collaterali a cui possono dare origine.

In questo articolo, dopo aver analizzato brevemente le cause del cedimento della pelle, cercheremo di capire se questo fenomeno si può prevenire ma, soprattutto, scopriremo come rassodare il viso cadente attraverso 4 possibili rimedi.

In particolare vedremo:

  1. I rimedi naturali per la pelle del viso cadente
  2. Come sollevare la pelle del viso con i filler cosmetici all’acido ialuronico
  3. Come rassodare l’ovale del viso con il botulino
  4. Come eliminare il cedimento del viso? I filler all’acido ialuronico

Quali sono le cause della pelle del viso cadente?

Come abbiamo già accennato, la pelle del viso cadente è una conseguenza del fisiologico processo di invecchiamento.

Non c’è un’età specifica, in cui il problema si manifesta, uguale per tutti gli individui perché molto dipende anche da fattori genetici e dal tipo di pelle.

Ad ogni modo,a determinare l’inevitabile cedimento della pelle del viso troviamo:

  • Forza di gravità
  • Perdita del tessuto adiposo situato negli strati cutanei profondi
  • Assottigliamento della densità ossea
  • Perdita di quota di collagene, elastina e acido ialuronico prodotti naturalmente dal nostro organismo

In particolare, l’acido ialuronico svolge una fondamentale funzione di supporto dei tessuti e la sua graduale diminuzione è determinante nella formazione di rughe profonde sul viso e della perdita di volumi e compattezza della pelle.

Non a caso, come vedremo tra poco, le proprietà e le caratteristiche dell’acido ialuronico hanno fatto di questa molecola una delle sostanze più utilizzate per risolvere gli inestetismi legati alla pelle del viso cadente.

Pelle del viso cadente: si può prevenire?

Inutile farsi false illusioni: contrastare la forza di gravità e tutti i cambiamenti che l’invecchiamento comporta non è possibile.

Non esiste, dunque, un modo per prevenire il viso cadente, ma sicuramente esistono delle best practice da seguire per non anticipare i tempi e per non peggiorare il problema.

  1. Seguire una dieta sana ed equilibrata: in particolare, assumere cibi ricchi di vitamine (come frutta e verdura fresche) e di sostanze antiossidanti come gli acidi grassi omega 3 può essere utile per contrastare gli effetti dell’età.
  2. Non fumare: il fumo è una fonte di radicali liberi che favorisce l’invecchiamento cutaneo.
  3. Esporsi al sole con moderazione e con un’adeguata protezione: è risaputo come un’eccessiva e non responsabile esposizione ai raggi UV sia un fattore determinante dell’invecchiamento della pelle.
  4. Evitare dimagrimenti repentini che determinano uno “svuotamento” dei tessuti.

Dunque, per concludere, seppure non è possibile prevenire il cedimento naturale del viso, condurre uno stile di vita sano ed evitare alcune cattive abitudini può senz’altro essere di aiuto a posticipare o, quantomeno, a non peggiorare il problema.

Cosa fare per la pelle del viso cadente? 4 possibili rimedi

Essendo quello dell’invecchiamento cutaneo e in particolare della pelle del viso cadente un problema sempre più sentito da un numero sempre maggiore di individui, sono molte le soluzioni, più o meno efficaci, che vengono proposte e che possono rendere difficile orientarsi nella scelta.

I fattori da considerare sono diversi:

  • Risultato che ci si aspetta di ottenere
  • Durata nel tempo del trattamento scelto
  • Livello di invasività
  • Eventuali effetti collaterali

Fatta questa premessa cosa fare quando il viso cede?

Vediamo i possibili rimedi.

1. I rimedi naturali per la pelle del viso cadente

I rimedi naturali che vengono suggeriti per la pelle del viso cadente sono moltissimi e spesso curiosi:

  • Massaggi sul viso con oli vegetali, come quello di cocco o di mandorle.
  • Maschere a base di mela o miele.
  • Yoga facciale, un rimedio molto pubblicizzato negli ultimi tempi, che consiste in una serie di esercizi mirati suggeriti, ad esempio, come rimedio per il cedimento delle guance. Pare che per ottenere dei risultati sia necessario dedicare circa 20 minuti al giorno agli esercizi.

Il vantaggio di questi rimedi naturali sta nel fatto che sono economici e assolutamente non invasivi.

Tuttavia i risultati che, forse, si possono raggiungere non sono né immediati né molto visibili e richiedono un impegno quotidiano.

Dunque, non sono in grado di risolvere inestetismi importanti di pelle del viso cadente.

2. Come sollevare la pelle del viso con i filler cosmetici all’acido ialuronico

Abbiamo già accennato agli effetti dell’acido ialuronico sul viso.

Proprio per le sue proprietà idratanti, antiage e di supporto fondamentale della pelle, questa molecola che, ricordiamo, è già naturalmente presente nel nostro organismo, sta prendendo sempre più campo sia in ambito cosmetico che nella medicina estetica.

Per chi teme gli aghi e non volesse ricorrere ai filler (iniettivi) all’acido ialuronico, esistono delle alternative cosmetiche e nutraceutiche come i filler cosmetici.

Questi prodotti si differenziano dalle creme che svolgono un’azione idratante ma non sono in grado di penetrare completamente nel derma.

Nei filler cosmetici, i frammenti di acido ialuronico a bassa densità sono sufficientemente piccoli da poter penetrare nella pelle e raggiungere il derma sostenendo e stimolando l’attività dei fibroblasti (cellule del tessuto connettivo che hanno il compito di produrre le molecole destinate a sostenere gli altri tessuti).

Parliamo comunque di sieri da applicare sulla pelle, dunque non in grado di offrire risultati immediatamente visibili e che richiedono un uso prolungato e costante per essere efficaci come rimedio per il cedimento del viso.

Tuttavia, se il problema non è in uno stato già troppo avanzato, non si ha fretta e si persevera nel tempo possono dare discreti risultati.

3. Come rassodare l’ovale del viso con il botulino

Passando all’ambito della medicina estetica il botulino (o tossina botulinica) è una sostanza, prodotta dal batterio Clostridium Botulinum, molto utilizzata nei trattamenti per correggere gli inestetismi dovuti all’invecchiamento in particolare per ricostituire i volumi.

Il botulino esercita la sua azione rassodante bloccando gli impulsi nervosi che attivano i muscoli impedendo il rilassamento della zona trattata.

Il vantaggio è che i risultati sono immediati e duraturi (circa 5-6 mesi) ma l’effetto è estremamente innaturale e “plastico”, oltre a presentare rischi ed effetti indesiderati.

Dunque se l’obiettivo è quello di sembrare naturalmente più giovani senza stravolgere la propria immagine, il botulino non è la soluzione giusta per la pelle del viso cadente.

4. Come eliminare il cedimento del viso? I filler all’acido ialuronico

“Filler” significa letteralmente “riempitivo” e, in medicina estetica, questo termine fa riferimento a sostanze iniettabili, tramite aghi sottilissimi, nel derma o nel tessuto sottocutaneo.

Come la parola stessa indica, l’obiettivo del filler è proprio quello di “riempire”, ad esempio, le rughe, le labbra sottili e l’ovale del viso laddove i suoi volumi appaiano svuotati come nel caso della pelle del viso cadente.

Oggi, tra le diverse sostanze iniettabili, i filler all’acido ialuronico sono quelli più utilizzati.

Trattandosi di una sostanza naturalmente presente nell’organismo, i filler che contengono questa molecola sono molto ben tollerati dall’organismo e, per questo, i rischi e gli effetti collaterali dell’acido ialuronico sono ridotti al minimo e legati alla qualità del prodotto utilizzato e alla sua corretta applicazione.

Per questo, nonostante si tratti di un trattamento non invasivo, se si decide di ricorrere a questo tipo di trattamento per correggere la pelle del viso cadente, è fondamentale rivolgersi esclusivamente a medici specializzati in medicina estetica, che sappiano dove e come utilizzare il filler e suggerire l’iniettivo giusto in base alla zona trattare e al tipo di inestetismo da correggere.

Esistono, infatti, iniettivi a base di acido ialuronico di densità variabile, da quelli molto morbidi e fluidi a quelli più pesanti e volumizzanti.

Sarà il professionista a decidere quello più adatto in base al singolo caso.

Tenendo conto di queste premesse, i filler all’acido ialuronico rappresentano un rimedio estremamente efficace per la pelle del viso cadente che garantisce risultati immediatamente visibili e duraturi (generalmente tra i 6 e i 9 mesi variabili in base al tipo di prodotto iniettato e alla reazione individuale).

Non solo. Gli iniettivi a base di acido ialuronico di ultima generazione permettono di ottenere risultati estremamente naturali che renderanno la pelle cadente immediatamente più giovane, turgida e compatta ma senza risultare “finta”.

Come eliminare il cedimento del viso? Conclusioni

Abbiamo visto come la pelle del viso cadente sia una conseguenza naturale dell’avanzare del tempo che comporta, tra l’altro, una perdita della quota di acido ialuronico prodotta dall’organismo.

Abbiamo anche visto come non esista un modo per prevenire questo rilassamento cutaneo ma come, tuttavia, uno stile di vita sano possa essere di aiuto.

Tra i possibili rimedi per il cedimento del viso (da quelli naturali fino alla medicina estetica), sicuramente i filler all’acido ialuronico rappresentano la soluzione più efficace in quanto a immediatezza dei risultati, durata e sicurezza e per l’effetto estremamente naturale che riescono a garantire.

L’importante è rivolgersi a professionisti altamente qualificati che utilizzino in modo appropriato solo i migliori filler per il viso.

Foliage nasce dall’esperienza ventennale di Phitogen Beauty Labs, gruppo leader nella produzione di iniettivi a base di acido ialuronico. Foliage distribuisce una gamma completa di prodotti intradermici altamente performanti.

CONTATTI
Via Valtellina, 21
San Benedetto del Tronto (AP)
63074 – Italia

+39 0735 762020
export@phitogen.it