Skip to main content

Che cos’è l’acido ialuronico? Leggi la guida per scoprire in maniera chiara cos’è, da cosa si ricava e quali sono gli effetti di questa sostanza sulla pelle.

Nel vasto panorama delle soluzioni per la bellezza e il ringiovanimento, il termine “acido ialuronico” è ormai diventato familiare per molti. Che si tratti di medicina estetica o di cosmetica, parlarne è quasi un “must” per il successo delle strategie di marketing.

Tuttavia, spesso, tra gli utenti comuni, c’è una nebulosa di incertezza e confusione su cosa sia veramente questa sostanza, da cosa viene ricavata e su come funzioni.

Obiettivo di questa guida è proprio quello di dissipare tutti i dubbi e i luoghi comuni su che cos’è l’acido ialuronico. Offrendo una panoramica completa e accessibile sull’argomento anche ai non addetti ai lavori.

Per aiutare gli utenti a prendere decisioni informate e consapevoli sulla bellezza e la salute della pelle.

In particolare vedremo:

Che cos’è l’acido ialuronico?

La prima cosa che bisogna sapere per capire che cos’è l’acido ialuronico (HA), è che si tratta di una sostanza naturalmente presente nell’organismo, in particolare nei tessuti connettivi.

L’HA è un polimero lineare di ampie dimensioni, chimicamente composto dalla ripetizione di unità disaccaridiche di acido D-glucuronico e di N-acetil-D-glucosammina (unite da legami glicosidici β-1,4 e β-1,3). Inoltre, costituisce il principale componente della matrice extracellulare.

All’interno del nostro organismo è distribuito sotto forma di sale e, principalmente, si trova nel tessuto connettivo, nella pelle e anche in alcuni organi e muscoli.

Per la pelle, l’HA assume una funzione fondamentale, contribuendo significativamente alla sua salute e al suo aspetto, sotto molteplici punti di vista:

  • Idratazione: mantiene la pelle costantemente idratata, mantenendola giovane e sana;
  • Volume e turgore: rappresenta una sorta di “impalcatura” dei nostri tessuti connettivi e stimola i fibroblasti a produrre collagene;
  • Protezione: protegge la pelle dagli agenti esterni dannosi;
  • Rigenerazione: è coinvolto nei processi di riparazione della pelle.
Che cos'è l'acido ialuronico?

Dopo aver visto che cos’è l’acido ialuronico, bisogna anche dire che, con l’età, la quota di HA tende a diminuire. Ed è proprio questa una delle cause dell’insorgere di molti inestetismi.

Acido ialuronico, da cosa si ricava?

Oltre a sapere che cos’è l’acido ialuronico, è importante essere informati anche su come funziona la produzione di questa sostanza e, soprattutto, da cosa si ricava.

Come abbiamo detto, è una sostanza naturalmente presente nel nostro corpo. Ed è proprio da qui che deriva la sua biocompatibilità e la ridotta probabilità di effetti collaterali.

In passato, questa sostanza veniva estratta da fonti animali, in particolare dalle creste del gallo. Si trattava di un processo meno preciso e più suscettibile di contaminazioni. Gran parte dell’acido ialuronico utilizzato oggi in medicina estetica è, invece, prodotto tramite processi di biofermentazione batterica.

In laboratorio, si coltivano ceppi specifici di batteri in un ambiente controllato, che li porta a produrre HA di alta qualità simile all’acido ialuronico endogeno (fisiologicamente prodotto dal nostro organismo). Questo metodo garantisce una maggiore purezza, una minore possibilità di reazioni allergiche e una migliore personalizzazione delle formule.

Grazie a questa avanzata tecnologia di produzione, l’acido ialuronico utilizzato nei trattamenti estetici moderni è più sicuro ed efficace e garantisce risultati naturali e duraturi.

Che cos'è l'acido ialuronico e da dove si ricava

Che ruolo biologico hanno le catene di acido ialuronico?

Le catene formate dall’insieme di molecole di acido ialuronico possono essere distinte tra catene lunghe o corte, e questa differenza influisce sulle loro proprietà e sulle loro funzioni nel corpo.

È stato dimostrato, infatti, che la lunghezza delle catene di HA assume un ruolo biologico importante.

Ad esempio, le catene lunghe di acido ialuronico sono generalmente più grandi e, trattenendo una maggiore quantità d’acqua, risultano ottime per idratare la pelle e per mantenerne l’elasticità e la morbidezza.

A contrario, le catene più corte possono avere funzioni diverse, come promuovere la riparazione dei tessuti o svolgere un ruolo nel processo infiammatorio.

Cosa fa l’acido ialuronico?

Abbiamo visto che cos’è l’acido ialuronico, quale funzione svolge e come viene prodotto.

Analizzare questi fattori è necessario per spiegare come, di per sé, sia una sostanza assolutamente sicura e ben tollerata dall’organismo. Proprio in quanto naturalmente presente.

Ciò che fa la differenza, in termini di sicurezza, di risultati e di durata, è esclusivamente la qualità dell’HA utilizzato. Ecco perché è fondamentale rivolgersi esclusivamente a medici specializzati in medicina estetica e che utilizzino solo l’acido ialuronico migliore.

Rispettata questa condizione, l’HA, sottoforma di filler, può essere impiegato per correggere in maniera immediata e duratura una molteplicità di inestetismi.

Quando viene iniettato nel derma, l’acido ialuronico agisce infatti come un riempitivo, appianando solchi e rughe e conferendo alla pelle un aspetto più giovane e idratato.

Può essere, inoltre, utilizzato per:

  1. Ripristinare i volumi dell’ovale del viso;
  2. Migliorare il volume e la forma delle labbra;
  3. Riempire e alzare gli zigomi;
  4. Correggere il naso con la gobba;
  5. Eliminare le occhiaie;
  6. Eliminare le cicatrici da acne e varicella;
  7. Rassodare il viso.

In conclusione, spiegare che cos’è l’acido ialuronico ci aiuta a capire come mai sia un ingrediente chiave in molti prodotti per la cura della pelle e nei trattamenti estetici.

Foliage nasce dall’esperienza ventennale di Phitogen Beauty Labs, gruppo leader nella produzione di iniettivi a base di acido ialuronico. Foliage distribuisce una gamma completa di prodotti intradermici altamente performanti.

CONTATTI
Via Valtellina, 21
San Benedetto del Tronto (AP)
63074 – Italia

+39 0735 762020
export@phitogen.it